giovedì, Giugno 27, 2024
Home Attualità Terremoto politico-giudiziario al Comune di Caserta, Bruni smantella la “cupola” degli appalti:...

Terremoto politico-giudiziario al Comune di Caserta, Bruni smantella la “cupola” degli appalti: 5 arresti

Una vera e propria “cupola” degli appalti pubblici è stata smantellata anche a Caserta dal procuratore capo Pierpaolo Bruni, magistrato calabrese ed ex procuratore capo di Paola

53
0
Pierpaolo Bruni

CASERTA – Una vera e propria “cupola” degli appalti pubblici è stata smantellata dal procuratore capo di Santa Maria Capua Vetere, Pierpaolo Bruni (magistrato calabrese ed ex procuratore capo di Paola) in seno al Comune campano.
Si tratta di cinque arresti eccellenti per accuse che vanno dalla corruzione alla truffa al falso, come battuto dalle principali agenzie di stampa e riportato da organi di informazione nazionale.
Il blitz è scattato all’alba. Il terremoto politico-giudiziario al Comune di Caserta ha coinvolto anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Protezione Civile e Polizia Municipale Massimiliano Marzo. L’indagine della Procura di Santa Maria Capua Vetere ipotizza reati di truffa, falso e corruzione.

Coinvolti anche tre dipendenti comunali e un dirigente del Comune di Caserta.

Per Marzo il Gip ha disposto la misura degli arresti domiciliari. Secondo le tesi accusatorie della procura guidata da Pierpaolo Bruni, intorno agli appalti dei lavori pubblici di Caserta si sarebbe formato un metodo corruttivo per favorire ditte e imprenditori amici.

I dettagli verranno illustrati in una conferenza stampa convocata in Procura per questa mattina.
Articolo Precedente«Cultura politica e bluff del personalismo»: analisi elettorale del gruppo di Forza Italia
Prossimo ArticoloIspezionati i depuratori del Comune di Guardavalle: consistente fuoriuscita di liquami
error: Il contenuto è protetto