BARI – Può sembrare una barzelletta, invece la vicenda che segue è avvenuta pochi giorni fa nel carcere di Bari. Un detenuto, infatti, ha tentato la fuga durante l’ora d’aria, ma a pochi metri dalla riuscita del suo piano ha sbagliato strada ed è finito nell’ufficio del direttore. Immobilizzato, l’uomo è stato ricondotto nella sua cella.

Detenuto tenta di evadere e finisce nell’ufficio del direttore: la vicenda

I fatti sono avvenuti pochi giorni fa nel carcere di Bari. L’uomo, da mesi aveva programmato la sua fuga durante l’ora d’aria e ormai attendeva solo l’occasione giusta, che si è materializzata all’improvviso. Approfittando dell’assenza di alcuni addetti alla sicurezza che avevano accompagnato un altro carcerato in infermeria, infatti, l’uomo ha tentato la fuga. Dopo aver scavalcato il muro ed essere sceso nell’intercinta, a pochi metri dalla realizzazione del suo piano, il detenuto che ha tentato di evadere ha sbagliato strada e si è ritrovato di fronte al direttore nel carcere, nel suo ufficio. Immediatamente, quindi, il personale del penitenziario lo ha immobilizzato e condotto nella sua cella.

Le parole del sindacato di polizia

La vicenda del detenuto che nel tentativo di evadere si è ritrovato nell’ufficio del direttore, nonostante possa sembrare una barzelletta, ha fatto scattare tutta una serie di riflessioni sulla carenza di personale. Il sindacato autonomo di polizia Sappe, infatti, ha dichiarato: “Fortunatamente è finita bene, ma se fosse riuscito ad evadere, probabilmente sarebbe stato aperto un fascicolo nei confronti degli agenti e dei vertici del carcere. Il penitenziario però versa in grave carenza di personale e il poliziotto distolto dal posto di servizio ha dovuto accompagnare una persona in ospedale”.

Articolo PrecedenteEuro 2024, alle ore 21 gli Azzurri sfideranno l’Albania a Dortmund nella prima partita in Germania
Prossimo ArticoloAl via dal 19 giugno gli esami di maturità: per 526mila studenti