Home Calabria Unical, congresso Cardiologia e Sport: c’è anche il noto cardiochirurgo Zoltan Galajda

Unical, congresso Cardiologia e Sport: c’è anche il noto cardiochirurgo Zoltan Galajda

Il congresso s'è svolto all'Unical il 7 e 8 giugno scorsi alla presenza di tantissimi autorevoli addetti ai lavori. Ne abbiamo parlato con Melissa Bruno, che ha seguito tutte le fasi dell'evento

160
0

RENDE (Cs) – Nei giorni 7 e 8 giugno scorsi, a Rende, presso la sala congressi dell’Università della Calabria, si è svolto il congresso internazionale di Cardiologia e sport, alla presenza di uno dei massimi esperti cardiochirurghi della Romania, Zoltan Galajda – attraverso il suggerimento di Francesco Russo dell’ufficio internazionalizzazione del Dipartimento di Farmacia e scienze della salute e della nutrizione Unical – e di tantissimi altri autorevoli addetti ai lavori.

Ne abbiamo parlato con Melissa Bruno, che ha seguito tutte le fasi dell’evento internazionale.

Si è parlato di quando l’attività sportiva è un alleato e quando è un nemico per il cuore.
Indubbio l’aspetto benefico dell’attività fisica sull’apparato cardiovascolare indipendente dall’età e dal genere.

Sorge, tuttavia, la necessità di approfondire alcuni aspetti non solo di tipo clinico, ma anche legislativi e medico-legali che coinvolgono i cardiologi, i medici dello sport, i pediatri e i medici di medicina generale.

Se apparentemente è facile per il giovane adulto con apparato cardiovascolare indenne, intraprendere attività sportiva, diventa complessa la gestione di soggetti affetti da cardiopatie strutturali o elettriche congenite o acquisite.

Scopo di questo evento è stato quello di coinvolgere tutti gli operatori interessati, approfondire le conoscenze attuali e le ultime linee guida Cocis ed Esc.

Moderatori della prima sessione del dibattito: Maria Penco (Roma), Alberto Polimeni (Rende) e Roberto Caporale (Cosenza).

Giuseppe Rosano (Londra) ha illustrato lo scompenso cardiaco, i farmaci quali, quando e quante.

Silvio Romano (L’Aquila): Gestione integrata ospedale-territorio del paziente con scompenso cardiaco: percorso o labirinto?

Giampiero Patrizi (Carpi): Cocis 2023; cosa c’è di nuovo?

Discussant: Nino Avventuriera (Cosenza), Cosima Cloro (Cosenza), Agata Mollica (Cosenza).

Moderatori della seconda sessione: Salvatore De Rosa (Catanzaro), Antonello Talarico (Cosenza) e Vincenzo Amodeo (Polistena).

Giuseppe Ciconte (Milano) ha parlato dell’ablazione della fibrillazione atriale: stato dell’arte e future prospettive.

Leonardo Calò (Roma): Ecg e cardiomiopatia aritmogena.
Daniele Torella (Catanzaro): I meccanismi dell’adattamento cardiaco all’esercizio fisico.

Discussant: Letizia Romano (Cosenza), Ennio Abramo (Catanzaro), Renato Capurro (Reggio Calabria).

Sessione Poster: Angelo Leone (Cosenza), Andrea Madeo (Castrovillari).

Moderatori della terza sessione: Mario Leporace (Cosenza), Riccardo Vico (Castrovillari), Vincenzo Ciconte (Catanzaro).

Elena Cavarretta (Roma) ha esposto: Sport ed ipertensione arteriosa: quali farmaci, quali associazioni e quale attività sportiva?

Marcello Chiocchi (Roma): Ruolo della Tc coronarica nella valutazione del dolore cardiaco.

Viviana Maestrini (Roma): Cicatrice e fibrosi: algoritmi di immagini per la prevenzione della morte improvvisa.

Discussant: Rossella Quarta (Cosenza), Francesco Fontana (Cosenza), Francesco Giallauria (Napoli).

Marcello Maggiolini (Rende): Lettura Magistrale.

Nicola Leone (Rende): Intelligenza artificiale e medicina.
Moderatori della quarta sessione: Marcello Maggiolini (Rende), Gianluigi Greco (Rende), Francesco Lamonaca (Rende).

Giuseppe Novelli (Roma) ha relazionato su I geni della salute ed esercizio fisico: un binomio per una sana longevità.

Ciro Indolfi (Catanzaro): L’intelligenza artificiale per allertare il cath lab nello Stemi.

Natale Brunetti (Foggia): L’intelligenza artificiale in Cardiologia.

Discussaunt: Sabato Sorrentino (Catanzaro), Alberto Montesanto (Rende), Giovanni Monizzi (Milano).

Moderatori della quinta sessione: Giuseppe Calcaterra (Palermo), Gianluca Quirino (Cosenza), Alessio Borrelli (Roma).

Massimo Silvetti (Roma) ha illustrato i dispositivi impiantabili per la prevenzione e la terapia della morte improvvisa in età pediatrica.

Riccardo Cappato (Milano): Prevenzione della morte cardiaca improvvisa: zone grigie.

Antonio Scarà (Roma): Utilità dello studio elettrofisiologico nella cardiologia dello sport: quando, come e perché?

Discussaunt: Giorgio Ventura (Belvedere Marittima), Gemma Filice (Cosenza), Federico Battista (Cosenza).

Moderatori della sesta sessione: Domenico Monizzi (Crotone), Giampaolo Niccoli (Parma), Pietro Vivona (Rende).

Italo Porto (Genova) e Giuseppe Mascia (Genova) hanno spiegato le linee guida Cocis 2023: novità sulla cardiopatia ischemica.

Maria Penco (Roma): Sport e salute.

Demetrio Fusaro (Cosenza): Raggiungimento e mantenimento dei target della terapia cardiovascolare ed incremento dell’attività ludico-motoria: ruolo del medico di famiglia.

Discussaunt: Gianluca Filice (Cosenza), Maria Spina (Cosenza), Angelo Leone (Cosenza), Francesco Bilotta (Vibo Valentia).

Moderatori della settima sessione: Antonio Scarà (Roma), Maria Teresa Manes (Paola), Federica Meringolo (Roma).

Flavio D’Ascenzi (Siena) e Gian Luca Ragazzoni (Siena) hanno mostrato l’interpretazione dell’Ecg nel bambino che fa sport.

Francesco Barillà (Roma): Le terapie orali di associazione per il trattamento della colesterolemia in prevenzione secondaria.

Domenico Gabrielli (Roma): Strategia di fast track con Pcsk9 i/Sirna: strike early-strike strong.

Discussant: Vittorio Emanuele (Cosenza), Daniela Chiappetta (Cosenza), Milena Petta (Castrovillari).

Moderatori dell’ottava sessione: Andrea Corsonello (Cosenza), Domenico Sergi (Roma), Mario Chiatto (Cosenza).

Luigi Sciarra (Roma) ha illustrato Fibrillazione atriale e sport: un connubio difficile? Lo screening elettrocardiografico in cardiologia dello sport: limiti e certezze.

Massimo Grimaldi (Acquaviva d. Fonti): Storm aritmico: terapie a confronto.

Discussaunt: Pierangelo Calvelli (Cosenza), Marcello Corsino (Rossano-Corigliano).

Moderatori della nona sessione: Francesco Greco (Cosenza), Zoltan Galajda (Romania), Concetta Zito (Messina), Carlo Capalbo (Cosenza).

Carmen Spaccarotella (Napoli): ha parlato della Stenosi aortica di grado moderato nel ventricolo disfunzionale. Va forse trattata?

Annalisa Mongiardo (Catanzaro): L’insufficienza tricuspidale: ruolo dell’ecocardiografia nel plein pre-procedurale e predilezione dell’outcome.

Alessia Romeo (Roma): Attività sportiva in soggetti con patologie oncologiche.

Scipione Carerj (Messina): L’ecocardiografia nel paziente oncologico: non solo frazione di eiezione.

Discussant: Massimo Scimone (Reggio Calabria), Andrea Madeo (Castrovillari), Antonello Scillone (Cosenza), Domenico Sireno (Cosenza).

In occasione del congresso è stato ingine istituito il “Premio Francesco Romeo” per il miglior poster presentato.

Una commissione appositamente istituita ha selezionato i poster inviati e sono stati accettati a insindacabile giudizio 10 poster provenienti dalla Regione Calabria e 10 provenienti da altre Regioni.

Per i migliori poster presentati al congresso: Antonio Bellantoni (“A case of Transcatheter Aortic Valve Implantation in a patient with a double aortic arch”), Beatrice Lorenzini (“Quando non tutto è al proprio posto: atleta con origine anomala del tronco comune”), Assunta Di Costanzo (“Cardiopalmo, astenia e dispnea riferiti alla visita di idoneità sportiva: tre indizi pe la diagnosi di stenosi mitralica severa giovanile”) ed Emanuele Renga (“Fast Track Pcsk9i in acute coronary sindroma”).

Articolo PrecedenteUna calabrese nella top 10 di Miss Mondo Italia
Prossimo ArticoloRitrovata solo una delle ragazze irreperibili, non si hanno ancora notizie di Lombardi