Home Sport Calcio, Europei: Italia sbaglia troppo, battuta dalla Spagna. Ed ora c’è la...

Calcio, Europei: Italia sbaglia troppo, battuta dalla Spagna. Ed ora c’è la Croazia

E' la solita brutta Italia: impacciata e sprecona, come avviene ormai da qualche lustro. Spagnoli già qualificati per gli ottavi di finale

103
0

GERMANIA – E’ la solita brutta Italia: impacciata e sprecona, come avviene ormai da qualche lustro.

Ieri è stata battuta dalla Spagna per 1-0 nell’ambito del gruppo B, di cui fanno parte anche Albania e Croazia.

Con questo risultato gli spagnoli sono già qualificati per gli ottavi di finale. Gli azzurri, che avevano battuto l’Albania, ora affronteranno la Croazia nell’ultima giornata del girone

Spalletti: ‘Loro troppo più forti, hanno vinto meritatamente’

«La differenza l’ha fatta la freschezza, loro molto più freschi di noi e noi spesso con letture ritardate. Una condizione generale che si è vista».

Così Luciano Spalletti, ‘a caldo’ dopo Spagna-Italia, ai microfoni di RaiSport. Ma che si poteva fare?

«La chiave del problema è sempre la stessa – risponde il ct -, eravamo sotto livello per reazione, per accompagnare e per ritornare e riguadagnare la posizione. Loro erano più freschi – insiste Spalletti – e ci hanno creato problemi dal punto di vista della velocità delle scelte, e si è visto». «Erano troppo più forti di noi, e hanno vinto meritatamente», conclude il ct.

Donnarumma, ‘troppi errori, destino nelle nostre mani’

«Abbiamo sbagliato troppi passaggi facili e messo poca qualità e siamo stati puniti dalla Spagna che di qualità ne ha tanta: così ai microfoni della Rai il capitano dell’Italia, Gianluigi Donnarumma.

«Siamo arrabbiati – aggiunge – usiamo questa rabbia nell’ultima partita. Abbiamo il destino nelle nostre mani, con la Croazia riusciremo a portare a casa il risultato. Bisognava fare meglio anche se l’atteggiamento c’è stato ma bisognava fare molto meglio», conclude.

Articolo PrecedenteE’ allarme siccità in Calabria con sorgenti in calo del 50%
Prossimo ArticoloLa presidente della Commissione antimafia a San Luca: «Su 3.500 abitanti circa, 200 in questo momento sono detenuti»