Home Attualità L’Antitrust: Chiara Ferragni paga 1,2 milioni per il caso delle uova pasquali

L’Antitrust: Chiara Ferragni paga 1,2 milioni per il caso delle uova pasquali

Saranno devoluti a Bambini delle Fate. L'imprenditrice: «La nostra è una donazione e non una sanzione»

193
0

ROMA – Chiusa l’istruttoria sulle uova pasquali, le società di Chiara Ferragni verseranno 1,2 milioni di euro all’impresa sociale “I Bambini delle Fate“.

Lo annuncia un comunicato dell’Antitrust.

Tutte le società parti del procedimento hanno presentato impegni che sono stati valutati positivamente e resi vincolanti nei loro confronti dall’Antitrust.

«Il primo impegno consiste in un contributo economico volontario che è quindi una donazione e non una sanzione per un minimo di 1 milione e 200mila euro a favore dell’impresa sociale i bambini delle fate», spiega Chiara Ferragni su Instagram condivide con i sui followers il comunicato sulla vicenda legata al caso Uova di Pasqua-Giochi Preziosi «che l’autorità antitrust – spiega l’imprenditrice – ha chiuso accogliendo gli impegni su cui Tbs Crew e Fenice hanno lavorato negli ultimi mesi».

Nel video pubblicato tra le sue storie di Instagram, Chiara Ferragni spiega che le sue società «si assumono poi l’impegno cui tengo in modo particolare della separazione totale delle operazioni commerciali dalle attività benefiche che comunque – garantisce – non smetteremo di fare».

Articolo PrecedenteAmantea calcio, tanti dubbi sull’iscrizione della squadra al campionato di promozione
Prossimo ArticoloPensionato violenta la propria badante, per lui arresti domiciliari e braccialetto elettronico