Complesso San Giovanni

CATANZARO – Graecalis torna a Catanzaro, dopo due anni, per una nuova intensa stagione di appuntamenti estivi nel cuore del centro storico, dal 10 luglio al 22 agosto.
La rassegna di Teatro classico, giunta all’undicesima edizione, sarà ospitata nel Chiostro del Complesso monumentale San Giovanni, grazie alla preziosa partnership con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro.
«Siamo orgogliosi di poter salutare l’avvio di un nuovo ciclo per Graecalis, uno degli eventi di maggior pregio che la città ha visto nascere e crescere e che si rilancia sotto la sapiente guida del presidente Luigi La Rosa», sottolinea l’assessora alla Cultura, Donatella Monteverdi. «Questa amministrazione comunale condivide la stessa mission improntata alla divulgazione e alla promozione della cultura, in tutte le sue forme e, perciò, si è lavorato in questi mesi con l’organizzazione per creare le giuste condizioni per un nuovo start a Catanzaro».
 Il 17 luglio appuntamento con la lirica e la poesia di “Casta Diva- La vita di Maria, il mito della Callas”, produzione originale Graecalis. Uno struggente viaggio di parole e musica incentrato sulla vita del grande soprano, la cui figura si sdoppierà in scena con l’interprete Mariarita Albanese e il soprano Barbara Luccini.
Giorno 25 Luglio il recital “Il canto della Dea”: protagoniste le donne che hanno reso il Mito immortale, da Medea ad Antigone, scoprendo la disarmante attualità della tragedia greca.
L’8 Agosto, “Con gli occhi di Ulisse”, un recital poetico sulla figura dell’eroe più controverso della mitologia greca: tra Odissea, Dante, Tennyson e Guccini, gli attori di Graecalis faranno rivivere il mito di Ulisse e le sue avventure.
Il 21 Agosto gran finale con “Quel che non fu fatto, io lo sognai”, lo spettacolo poetico incentrato su Gabriele D’Annunzio e produzione originale di Graecalis. Sulla scena, Salvatore Venuto darà vita, corpo e voce al Vate in un percorso rievocativo di fantasmi, passioni e sogni incantevoli che si trasformeranno nelle sue poesie più celebri e struggenti.
L’ingresso è gratuito ma, a causa della disponibilità limitata dei posti a sedere, la prenotazione è sempre obbligatoria tramite il numero 3293990894.
Articolo PrecedenteRotary Club Cosenza Sette Colli, bilancio «pienamente positivo»
Prossimo ArticoloProseguono le attività culturali alla Biblioteca De Nava. Tanti appuntamenti a luglio