Home Cultura Al Sant’Agostino di Paola un convegno sulle arti terapie

Al Sant’Agostino di Paola un convegno sulle arti terapie

«Un importante evento di formazione per i docenti e i professionisti, ma anche di sensibilizzazione per i genitori e per gli adulti in generale»

194
0
Foto di gruppo al termine del convegno

Si è svolto nel pomeriggio di ieri, sabato 28 gennaio, alle ore 15, presso il complesso polifunzionale Sant’Agostino di Paola, il convegno esperenziale denominato “Le arti terapia come strumenti di crescita personale e sociale, presentazione corsi di musicoterapia, danza movimento terapia, arte terapia, teatro terapia”.

L’iniziativa, promossa dalla cooperativa “A piccoli passi”, in collaborazione con Artedo Calabria, ha visto la partecipazione di insegnanti, psicologi e operatori del terzo settore.

Dopo i saluti istituzionali della vice sindaco, assessore alla cultura Maria Pia Serranò, sono intervenute Emilia Mezzatesta referente di Idea 90/Artedo Calabria e Stella Marcone, presidente della cooperativa “A piccoli passi”. Mezzatesta ha portato il saluto del presidente e fondatore di Artedo, Stefano Centonze. L’evento è stato moderato dalla giornalista Nicoletta Toselli.

Sono state illustrate le arti terapie come strumenti di crescita personale e di gruppo, necessarie ovunque si richieda accoglienza, cura, presa in carico, sviluppo professionale. In senso olistico vengono impiegate come strumenti relazionali per debellare ogni forma di disagio sociale e personale. Dispositivi artistici per favorire la relazione educativa, riabilitativa e preventiva.

Sono seguiti filmati di presentazione del progetto e laboratori esperenziali a dimostrazione di quanto enunciato durante il convegno: condurre attività creative e con tecniche corporee per il benessere con video dimostrativi tratti da laboratori pratici di Arti Terapie svolti nelle Scuole Artedo

«Un importante evento di formazione per i docenti e i professionisti, ma anche di sensibilizzazione per i genitori e per gli adulti in generale», hanno commentato, con grande soddisfazione, alla chiusura del convegno Emilia Mezzatesta, Stella Marcone e Maria Pia Serranò.

Le tematiche trattate «hanno offerto alcuni strumenti di prevenzione, ma anche di ricerca e promozione del talento nell’individuo in età evolutiva».

Stefania Sapienza

 

Articolo PrecedenteStatale 18 interrotta, Comune intercede con Liceo a tutela degli studenti
Prossimo ArticoloConcessioni demaniali, 20 mila lavoratori a rischio in Calabria