Home Calabria Malattie non trasmissibili, esami a campione gratuiti

Malattie non trasmissibili, esami a campione gratuiti

Ipertensione arteriosa, obesità, ipercolesterolemia, diabete: sono alcune delle malattie non trasmissibili e alcune condizioni a rischio, sulle quali il monitoraggio vuole indagare per individuare le possibili cause

118
0
Una corsia di ospedale

TREBISACCE – Prevenzione e contrasto delle malattie non trasmissibili, Trebisacce è tra i comuni inseriti nel progetto nazionale Italian Health Examination Survey, promosso dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute. Da marzo saranno effettuati esami gratuiti a campione tra la popolazione di uomini e donne di età compresa tra i 35 ed i 74 anni.

Il sindaco Alex Aurelio ha espresso soddisfazione per questo risultato che assegna all’Alto jonio cosentino un ruolo da protagonista nel monitoraggio della salute pubblica nazionale.

“In territori come il nostro dove la risposta sanitaria è più debole – spiega il sindaco – iniziative come questa rappresentano un’opportunità in più per stimolare soprattutto le fasce più vulnerabili ad effettuare controlli periodici e a seguire stili di vita sani destinati a ridurre ogni rischio di malattia”.

Il primo cittadino coglie l’occasione per invitare quanti saranno selezionati ad aderire a questo importante momento di indagine.

Ipertensione arteriosa, obesità, ipercolesterolemia, diabete. Sono, queste, alcune delle malattie non trasmissibili e alcune condizioni a rischio, sulle quali il monitoraggio vuole indagare per individuare le possibili cause.

Tra i pochi comuni scelti in Calabria, l’indagine sul territorio di Trebisacce sarà eseguita in collaborazione con l’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

A partire da marzo 2023, uomini e donne di età compresa fra i 35 e i 74 anni, selezionati casualmente tra i residenti, riceveranno l’invito a partecipare all’indagine mediante lettera postale. Le persone che prendono parte all’indagine vengono sottoposte, gratuitamente, ad esami (misurazione pressione, peso, altezza, prelievo di sangue, analisi urine) e alla raccolta di informazioni sugli stili di vita. Le attività saranno ospitate dal Presidio Ospedaliero di Trebisacce.

 

Articolo PrecedenteEvasione, Ispettorato del Lavoro ha recuperato oltre 1 miliardo
Prossimo ArticoloFratelli d’Italia dice “no” all’ex assessore: colpa di Angelo Brutto