Home Cultura Breakdance, successo calabrese a Rimini in vista dei Giochi Olimpici di Parigi

Breakdance, successo calabrese a Rimini in vista dei Giochi Olimpici di Parigi

Dai campionati regionali alle competizioni nazionali, il Breaking calabrese si prepara a danzare con il mondo

138
0

RIMINI – Si è concluso nei giorni scorsi a Rimini il Campionato Italiano FIDS 2023 dedicato al Breaking, e la Calabria ha dimostrato di essere una potenza emergente in questa disciplina in crescita. Tra i giovani talenti che hanno fatto onore alla regione, spiccano i nomi di Paolo Petrungaro in arte Bboy Elpablix di Longobardi e Simone Lanzillotta in arte Bboy Simox di Fuscaldo, entrambi coronati vice campioni nelle rispettive categorie di età.

Il talento di Bboy Elpablix, nella classe C tra i 12 e i 15 anni, ha catturato l’attenzione di tutti i presenti, dimostrando padronanza delle acrobazie e della musicalità proprie del Breaking. Simile è stata la performance di Bboy Simox nella fascia di età tra i 16 e i 18 anni, che ha entusiasmato il pubblico con la sua presenza scenica e la creatività nei movimenti.

Anche nella categoria tra gli 8 e gli 11 anni, la Calabria ha fatto capolino nella Top 8, con tre giovani promesse: Francesco Fulgensi in arte Bboy Ciccio di Cosenza, Mattia Cappiello in arte Bboy Matty e Mario Nigro in arte Bboy Mariooo.

La loro presenza a questo prestigioso evento è un segno tangibile dell’impegno crescente della Compà Dreush Crew del Maestro Francesco De Luca in arte Telemare.

La disciplina del Breaking, comunemente nota come breakdance, ha visto una significativa espansione in Italia e in tutto il mondo, tanto da essere inclusa nel programma dei Giochi Olimpici del 2024 a Parigi. E proprio in vista di questo grande appuntamento, il circuito Breakingfids sta guadagnando sempre più visibilità e rilevanza.

Francesco TeleMare, figura di spicco del panorama sportivo calabrese, ha già iniziato a pianificare strategie e programmi per migliorare la preparazione dei giovani talenti in vista degli importanti appuntamenti futuri. Il suo impegno e la sua dedizione sono un segno tangibile dell’importanza che la Calabria attribuisce alla crescita dei suoi giovani atleti.

Ma il successo della Calabria nel Breaking non è solo merito degli atleti e degli allenatori. Dietro ogni risultato c’è una solida “macchina organizzativa”, come sottolineato dai rappresentanti dell’Associazione Sportiva che ha portato i ragazzi al Campionato Italiano. I genitori dei giovani talenti, oltre a sostenere finanziariamente la loro formazione artistica e personale, si sono dimostrati un’importante componente attiva nel rappresentare la Calabria con orgoglio e passione.

“Precisione e Perseveranza”, queste sono le nuove parole chiave che guideranno l’intero percorso di preparazione della squadra calabrese per la stagione 2023/2024. Con il Campionato Italiano alle spalle e le future Olimpiadi, la Calabria dimostra di essere una regione pronta a farsi valere nel panorama internazionale del Breaking.

Dai campionati regionali alle competizioni nazionali, il Breaking calabrese si prepara a danzare con il mondo, portando con sé l’energia e l’entusiasmo di una terra che crede e investe nei suoi giovani talenti. La strada è ancora lunga, ma con determinazione e impegno, il futuro sembra promettente per questa disciplina che unisce sport, arte e cultura urbana

giovannifolino@calabriainchieste.it

Articolo PrecedenteDomani a Riace la XXVIII Scuola Estiva di Astronomia
Prossimo ArticoloControllo giudiziario provvidenziale per lo stabilimento che produce Biodisel a Lamezia