L'assessore comunale Marinella Giordano
CATANZARO – L’assessore alla Sicurezza del Comune di Catanzaro, Marinella Giordano, esprime il suo apprezzamento per il lavoro svolto dalla Squadra Mobile della Questura di Crotone.
«L’operazione che ha portato all’applicazione di misure cautelari personali, a carico di tre persone del Crotonese, rappresenta un passo nella lotta alla criminalità organizzata e nella tutela dell’integrità economica del nostro territorio».
Gli indagati, accusati di tentata estorsione aggravata dal metodo e dalla finalità mafiosi, hanno minacciato il tessuto economico e sociale di Catanzaro, colpendo in particolare un imprenditore del settore portuale e marittimo. 
«L’azione tempestiva e mirata della Squadra Mobile, iniziata nell’estate del 2023, ha impedito che queste attività criminali potessero nuocere ulteriormente allo sviluppo della nostra città e alla sicurezza dei suoi cittadini. Questo risultato è frutto di un lavoro investigativo meticoloso e di un impegno costante nella lotta alla criminalità».
Come amministrazione comunale, «siamo fermamente convinti che la crescita economica e lo sviluppo delle nostre infrastrutture siano fondamentali per il futuro di Catanzaro».
Pertanto, «azioni della polizia giudiziaria e della magistratura come queste non solo proteggono i nostri imprenditori e la nostra economia, ma inviano anche un messaggio chiaro: Catanzaro è una città che non si piega di fronte alla criminalità, ma che si rafforza grazie al coraggio e al lavoro delle sue forze dell’ordine. Ci auguriamo che questi risultati possano essere condivisi e supportati dai cittadini, la cui collaborazione è decisiva nella lotta ad ogni forma di criminalità e sopraffazione».
stefaniasapienza@calabriainchieste.it
Articolo Precedente“Ponte, ionica, aree interne. Quali priorità per la Calabria?”, vertice tra sindaci
Prossimo ArticoloMuseo del Mare, esito positivo per la Conferenza dei servizi dell’iter autorizzatorio