Home Mondo Raid di Israele su Damasco, ucciso un leader dei pasdaran: «La risposta...

Raid di Israele su Damasco, ucciso un leader dei pasdaran: «La risposta sarà dura»

Comandante della Forza Quds e responsabile per la Siria ed il Libano, anello di congiunzione tra Teheran e gli Hezbollah, garantiva le armi iraniane al partito di Dio

19
0

MEDIO ORIENTE – Israele ha colpito Damasco, centrando un edificio del consolato iraniano e uccidendo diversi pasdaran, tra cui il generale Mohammad Reza Zahedi e il suo vice.

Il comandante della Forza Quds e responsabile per la Siria ed il Libano era la testa di ponte tra Teheran e gli Hezbollah sarebbe l’uomo che garantiva le armi iraniane al partito di Dio.

Gli ayatollah annunciano vendetta: “La risposta sarà dura“, ha detto l’ambasciatore iraniano in Siria Hossein Akbari.

Il raid ha preso di mira Damasco e la sede del consolato in cui c’era anche la residenza dell’ambasciatore, uscito incolume insieme alla famiglia.

Il bilancio delle vittime sarebbe di 11 persone.

“Il bilancio delle vittime degli attacchi israeliani all’edificio annesso all’ambasciata iraniana è salito a 11: otto iraniani, due siriani e un libanese – tutti combattenti, nessun civile”, ha affermato Rami Abdel Rahman, che dirige l’Osservatorio con sede in Gran Bretagna.

Articolo PrecedenteIn Calabria la prima Verticale del vitigno principe delle Terre di Cosenza con Giraldi&Giraldi
Prossimo ArticoloControlli dei Carabinieri a Pasqua e Pasquetta: denunce e sequestri tra Sellia Marina e il Soveratese