Home Calabria Al via i lavori di manutenzione e messa in sicurezza di strade...

Al via i lavori di manutenzione e messa in sicurezza di strade amanteane

La notizia è stata diffusa dl primo cittadino, Vincenzo Pellegrino: dai sopralluoghi effettuati è emerso che «tali tratti presentano precarie condizioni di sicurezza intesa come circolazione e mantenimento delle condizioni di dissesto del territorio»

139
0

AMANTEA – Questa mattina, verranno avviati i lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di alcune strade ricadenti nel territorio comunale, finanziati tramite il Dm 14 gennaio 2022 per un importo totale pari a 60.000 europer l’anno 2022 e successive quote per le annualità 2023-2024.

La notizia è stata diffusa dl primo cittadino, Vincenzo Pellegrino, il quale ha evidenziato che «le strade interessate dall’intervento, come previsto negli elaborati progettuali, sono: strada c/da Marano; strada c/da Carratelli – Imbelli; strada Vecchio Mulino – Formiciche; strada c/da San Procopio; strada c/da Colongi».

Dai sopralluoghi effettuati è emerso che «tali tratti presentano precarie condizioni di sicurezza intesa come circolazione e mantenimento delle condizioni di dissesto del territorio».

A tal fine si procederà nell’immediato a «ripristinare le normali condizioni di viabilità nei seguenti tratti: tratto 1 – strada c/da Marano e Tratto 2 – strada c/da Carratelli – Imbelli con l’apporto di materiale misto granulare come strato di fondazione».

Successivamente, «per come suggerito dall’impresa appaltatrice e dalla direzione lavori, si procederà alla stesura del manto bituminoso e dei vari rappezzi in tutti i tratti interessati dal progetto, anche in relazione alle condizioni climatiche contingenti visto che in presenza di basse temperature la messa in opera del bitume presenterebbe scarsa efficienza».

L’amministrazione comunale, «consapevole dell’evidente precarietà di tutto il sistema viario del territorio comunale, per come previsto dal decreto di cui sopra, procederà alla programmazione di ulteriori interventi finanziabili nell’annualità corrente ed eventualmente chiedendo anche l’anticipazione per l’annualità 2024».

 

Articolo PrecedenteNunziata darà vita a un’associazione per rilanciare San Lucido
Prossimo ArticoloImpianti d’illuminazione pericolosi: De Luca lancia l’allarme