Home Attualità Rubati gli escrementi di cane trasformati in opere artistiche

Rubati gli escrementi di cane trasformati in opere artistiche

179
0
Gli escrementi dei cani in esposizione, rubati da ignoti

Le deiezioni canine erano diventare opere d’arte ed esposte nelle teche di “Dog shit experience”, l’esposizione di street art realizzate nella zona “Testaccio” di Roma. Nella notte di ieri sono stati sottratti furtivamente da ignoti.

La originale e simpatica mostra era curata da tre studenti dello Ied di Roma con lo scopo di sensibilizzare e ironizzare sulla “popò” del miglior amico dell’uomo che, molto spesso, non viene raccolta da proprietari incivili, costringendo i passanti a fare la gincana tra strade e marciapiedi per evitare di calpestarla.

Una camera di sorveglianza dell’istituto Europeo di Design è riuscita a riprendere in parte il malvivente, ma l’autore del furto ancora non è stato identificato.

“Siamo amareggiati e nauseati da tanta barbarie ma soprattutto ci dispiace per i visitatori che oggi non potranno beneficiare di una mostra che a parer nostro aveva un grande valore artistico, culturale e sociale” – hanno dichiarato a “Roma Today” Simone Ferrando, Andrea Filastò e Andrea Baldacci, curatori della mostra. “Speriamo con tutto il cuore che le opere possano essere ritrovate, nell’eventualità che così non fosse, replicheremo sicuramente la mostra di dog street art su altre vie della capitale, anche se temiamo che il ladro possa colpire ancora”.

Articolo PrecedenteQuasi 263 milioni di euro per la statale delle Serre Calabre
Prossimo ArticoloBorse “Coveri” sequestrate: multato il commerciante