Home Cultura Anziani emarginati, si attivano i Comuni di Paola e Praia a Mare

Anziani emarginati, si attivano i Comuni di Paola e Praia a Mare

Il progetto "Rimanere cognitivi" è rivolto alla popolazione anziana presente sul territorio e mira ad aiutare il paziente ad allontanare l'insorgenza della demenza senile attraverso l'applicazione di una metodologia innovativa

193
0

Con il progetto “Rimanere cognitivi” i Comuni di Praia a mare e Paola e la Federazione regionale anziani,  partecipano, congiuntamente, all’avviso pubblico per la selezione di progetti di innovazione sociale, rientrante nel Piano di azione e coesione (Pac) Calabria 2007/2013, pubblicato dalla Regione Calabria Regionale lavoro e Welfare.

La Regione Calabria, tenuto conto del progressivo invecchiamento della popolazione e in un contesto di forte innovazione sociale derivante dall’aumento dell’aspettativa di vita, in attuazione dell’articolo 25 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, e di quanto previsto dalla legge regionale 16 maggio 2018 n. 12 “Norme in materia di tutela, promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo”, intende promuovere il ruolo attivo delle persone anziane nella società contro l’emarginazione.

L’iniziativa favorisce, nel contesto degli ambiti territoriali, la creazione di reti di partenariato tra enti del Terzo settore, Comuni ed altri enti pubblici e privati. Il progetto ha l’obiettivo promuovere l’inclusione sociale degli anziani, attraverso l’inserimento attivo nelle comunità territoriali, nonché la riduzione del disagio economico, psichico e sociale e/o dei bisogni speciali con interventi in grado di far registrare progressi misurabili che generino un cambiamento nelle relazioni sociali dell’anziano, creando risposte più soddisfacenti ai bisogni esistenti ed emergenti; mirino allo sviluppo di un welfare “di prossimità” che valorizzi le connessioni intersettoriali e territoriali; rispondano a logiche di sostenibilità e integrazione con i sistemi socio-sanitari e assistenziali oggi in essere.

Il progetto “Rimanere cognitivi”, predisposto dall’associazione “Federazione anziani coordinamento regionale”  è rivolto alla popolazione anziana presente sul territorio, e mira ad aiutare il paziente ad allontanare l’insorgenza della demenza senile attraverso l’applicazione di una metodologia innovativa, senza uso di farmaci.

 Il progetto, infatti, prevede l’impiego della piattaforma “e-MemoryCare”, che attiva una stimolazione attraverso un intervento non farmacologico che incide non solo sulla sfera conoscitiva, ma anche su quella affettiva, sociale, comportamentale, relazionale, utilizzando tecniche differenti e spronando un processo di cambiamento attivo.

La piattaforma, connessa a quattro app, consente di allenare la mente con esercizi di riabilitazione e stimolazione, con l’obiettivo di contrastare il deterioramento delle facoltà cognitive, salvaguardare il benessere psico-fisico dell’anziano, cercando di evitare o ritardare l’utilizzo di cure farmacologiche e ricoveri ospedalieri o in rsa. Il progetto sarà presentato dal Comune di Praia a mare, che aderisce attivamente all’iniziativa, nel corso di una conferenza stampa.

Fiorella Squillaro

Articolo PrecedenteTroppo consumo: stop erogazione idrica nel quartiere Corvo di Catanzaro
Prossimo ArticoloDenuncia di Cesareo, caso archiviato per l’ex governatore Giuseppe Scopelliti