Home Calabria Congresso del Pd, affermazione schiacciante della mozione De Micheli

Congresso del Pd, affermazione schiacciante della mozione De Micheli

«Le urne hanno restituito un risultato significativo. Con Paola De Micheli all’85%. Probabilmente il dato più alto in Calabria»

165
0

AMANTEA – Dati significativi sono quelli raccolti all’interno del Partito democratico cittadino, all’indomani del congresso convocato per la presentazione e votazione delle mozioni: Gianni Cuperlo; Stefano Bonaccini; Paola De Micheli e Elly Schlein.

Ebbene, al termine dei lavori la vittoria della De Micheli è stata schiacciante rispetto ai suoi antagonisti. Dai dati, infatti, è emerso che: zero voti sono andati alla mozione Cuperlo; 1 voto alla Schlein (1,5); 9 voti alla Bonaccini (13,5) e ben 57 alla De Micheli (85%).

Soddisfatto dell’esito del voto il segretario cittadino della coalizione di centrosinistra, Enzo Giacco.

«Si è trattato di un bel momento di democrazia e partecipazione», ha riferito Giacco. «Con il 97% delle iscritte e degli iscritti che hanno espresso la propria preferenza, animando un dibattito sulle idee che è parte irrinunciabile di questa fase costituente. Le urne – ha evidenziato il segretario di Partito – hanno restituito un risultato significativo. Con Paola De Micheli all’85%. Probabilmente il dato più alto in Calabria».

Ad Amantea, dunque «viene premiata dal gruppo dirigente una donna di sinistra con una idea di Partito fuori dagli schemi correntizi e che pone come principale orizzonte di riferimento la difesa degli ultimi. Queste idee dovranno rappresentare una traccia fondamentale della costituente».

Un ringraziamento sentito va «ai nostri iscritti, ai volontari e a tutti coloro i quali alimentano la storia del Circolo di Amantea».

L’appuntamento ora è per il 26 febbraio quando il Partito democratico «anche in città, chiamerà tutto il suo popolo a scegliere il segretario nazionale».

stefaniasapienza@calabriainchieste.it

Articolo PrecedenteBanca Factorin pretende 1,3 milioni di euro dal Comune di Cetraro
Prossimo ArticoloOcchiuto inaugura lo stand “Calabria Straordinaria”: c’è pure il ministro Santanchè