Home Calabria I passi falsi di “Medardo”, il profilo fake fustigatore dei potenti: diffamazione...

I passi falsi di “Medardo”, il profilo fake fustigatore dei potenti: diffamazione e sostituzione di persona

206
0
Il profilo fake Medardo di Terralba

PAOLA – Chi si nasconde dietro il profilo fake “Medardo Di Terralba” (https://www.calabriainchieste.it/2023/02/12/la-polizia-posta…ore-dei-politici/ ‎) ha commesso una serie di passi falsi nella sua lunga battaglia mediatica contro i potenti della politica, paolana e non; errori che, oltre alla ipotesi di reato di cui alla diffamazione, aggravata dall’uso del mezzo della pubblicità, porterebbero alla configurazione di una seconda ipotesi di reato: sostituzione di persona (ex articolo 494 Codice Penale) che così recita: «Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all’altrui persona, o attribuendo a sé o ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino a un anno».

Presto forniremo dettagli su questa seconda ipotesi di reato.

Seguiremo, dunque, la curiosa vicenda.

E, intanto, in merito alle centinaia di telefonate giunte alla redazione di “Calabria Inchieste” per chiedere di conoscere il nome del politico attenzionato dagli specialisti della Polizia di Stato S.O.S.C. – Sezione Operativa Sicurezza Cibernetica (ex Polizia Postale e delle Comunicazioni), ci vediamo costretti a rispondere che nessuna ulteriore informazione sarà diffusa che non sia “essenziale” ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca.

fiorellasquillaro@calabriainchieste.it

Articolo PrecedenteAuto si schianta contro un muretto: due feriti
Prossimo ArticoloI ragazzi e le ragazze del liceo “Da Vinci” in visita a Palazzo San Giorgio