Home Calabria Un campo di padel nel terreno confiscato ai clan

Un campo di padel nel terreno confiscato ai clan

Il sindaco Giovanni Macrì: "oltre al recupero e alla valorizzazione del bene acquisto dall’Ente, garantirà alla Città di abbracciare una tendenza sportiva"

169
0
L'area interessata dalla confisca

TROPEA – Un campo di padel sarà realizzato con fondi comunali su un terreno di località Campo Inferiore, confiscato alla ‘ndrangheta.

Sarà dunque realizzato un luogo di aggregazione e spazio per condividere tutte quelle energie positive di cui lo sport si fa da sempre ambasciatore.

Con la realizzazione di un campo da padel, sarà restituito alla collettività il bene confiscato alla criminalità organizzata.

La notizia è stata difusa dal sindaco Giovanni Macrì, il quale ha sottolineato che l’intervento, oltre al recupero e alla valorizzazione del bene acquisto dall’Ente, garantirà alla Città di abbracciare una tendenza sportiva e dare una risposta a quelle che sono le richieste dei residenti e dei cittadini temporanei. Il progetto è stato approvato dalla Giunta Municipale ieri.

Realizzata con propri fondi di bilancio 2022, l’opera dovrebbe essere consegnata entro questa estate.

Il terreno in questione, inserito da questa amministrazione comunale come oggetto di intervento in una serie di bandi non concretizzatisi, rappresenta, ad oggi, il solo tra i beni confiscati ed acquisiti dall’Ente a non essere stato valorizzato.

Doveva essere originariamente un’area di proprietà di RFI Rete Ferroviaria Italiana, in comodato al comune, lo spazio che doveva accogliere la struttura tipica per la pratica di questo sport: rettangolare e chiusa da pareti su quattro lati. Ma la troppa vicinanza ai binari ha indirizzato verso altri siti. È stata individuata, quindi, come soluzione alternativa Via Ermenegildo Sintes, in contrada Campo Inferiore. Non appena reperiti i fondi necessari, si realizzerà un ulteriore campo da gioco

 

Articolo PrecedenteRapani (Fdi): “Centrodestra supera banco di prova. Ora verso le amministrative”
Prossimo ArticoloVertice Regione-Medici, presto l’attivazione delle Unità di Continuità Assistenziali