Home Attualità Sfigurato il viso a una paziente. Chiuso un centro estetico abusivo

Sfigurato il viso a una paziente. Chiuso un centro estetico abusivo

180
0
Piazza Re a Roma

ROMA – I Carabinieri del Nas hanno chiuso uno studio medico irregolare in zona Re di Roma. Nel centro, completamente abusivo, venivano eseguiti quotidianamente interventi di chirurgia estetica illegali. A denunciare il medico dello studio è stata una paziente che si era sottoposta ad un’operazione al viso e ne è uscita sfigurata. Nel centro, completamente abusivo, venivano eseguiti quotidianamente interventi di chirurgia estetica.

La clinica, ora finita sotto inchiesta, era stata realizzata all’interno di un appartamento in modo completamente abusivo. All’interno dei locali i carabinieri hanno trovato protesi per il seno buttate sopra alle scrivanie e sporche e altro materiale sanitario conservato in modo poco igienico e sicuro. I locali erano sporchi e il materiale chirurgico non disinfettato.

Le indagini sono partite dopo la denuncia di una paziente capitata nell’ambulatorio abusivo per un’operazione al volto e uscita con il viso sfigurato.

A disporre il sequestro preventivo è stato il gip Alessandro Arturi. Dopo la segnalazione della donna i carabinieri del Nas hanno perquisito i locali trovandoli in pessime condizioni igienico-sanitorie. Nell’appartamento, con le pareti sporche, i militari hanno trovato materiale chirurgico non disinfettato e confezioni di farmaci impolverati.

Nello studio inoltre veniva svolta attività diagnostica e interventi di tipo chirurgico in modo del tutto irregolare. Il medico titolare dello studio non è stato in grado di presentare le necessarie autorizzazione ed è ora indagato. L’ambulatorio abusivo è stato chiuso per evitare altri casi di malasanità.

 

Articolo PrecedenteIl sindaco di Cetraro replica a “chi trama nell’ombra” contro di lui
Prossimo ArticoloRuoli idrici e uso corretto dell’acqua, “finita la stagione del Far West”