Home Calabria Nuovo atto intimidatorio sui cantieri del Terzo Macrolotto della Statale 106

Nuovo atto intimidatorio sui cantieri del Terzo Macrolotto della Statale 106

Ignoti hanno appiccato il fuoco a due mezzi meccanici. Denuncia del segretario generale Fillea Cgil

199
0

CASSANO (Cs) – L’ennesimo atto intimidatorio al cantiere del Terzo Macrolotto della Statale 106. Ignoti hanno appiccato il fuoco a due mezzi meccanici.

La denuncia di Giuseppe De Lorenzo, segretario generale Fillea Cgil Cosenza-Cosenza–Pollino Sibaritide Tirreno.

«Un nuovo attentato intimidatorio sul cantiere del Terzo megalotto della Strada statale 106. Ignoti, la notte scorsa nel cantiere posto sul lato Sud del torrente Raganello, nel comune di Cassano, hanno incendiato due mezzi meccanici, un Merlo sollevatore telescopio e un escavatore».

«E’ solo l’ultimo di una serie di attentati incendiari che da qualche tempo colpiscono il più grande cantiere del sud Italia. In meno di 15 giorni si registra un nuovosegnale inquietante da parte della criminalità organizzata che ha posto la sua attenzione sui lavori del terzo megalotto, uno dei cantieri più importanti, dal punto di vista economico, sul territorio nazionale».

«Davanti a questo ennesimo atto intimidatorio,come già in passato, bisogna immediatamente attivare il tavolo in Prefettura della Conferenza Permanente, coinvolgendo l’intero territorio per porre un argine alla recrudescenza criminale, auspicandoche le forze dell’ordine e la magistratura riescano, in tempi celeri, a far luce sugli esecutori e sui mandanti di questo ennesimo atto intimidatorio».

«La Fillea Cgil, insieme alle altre forze sociali, si attiverà, nel più breve tempo possibile, per richiedere la conferenza Permanente».

 

Articolo PrecedenteUccise la moglie a coltellate, 26 anni di carcere a Giuseppe Servidio
Prossimo ArticoloRapina una nota farmacia di Reggio, arrestato in autostrada