Home Calabria Approvata all’unanimità la Strategia di Sviluppo Locale Leader del GAL Valle del...

Approvata all’unanimità la Strategia di Sviluppo Locale Leader del GAL Valle del Crati 

Ci saranno tre bandi di prossima uscita per un nuovo sostegno economico di circa 1.400.000 euro

14
0

ROSE (Cs) – Il Gal Valle del Crati entra nel vivo di una nuova stagione di Programmazione e riparte con rinnovato slancio dall’approvazione della sua Strategia di Sviluppo Locale Leader denominata Sostenibilità inclusiva tra Valli e Coste, pensata e progettata in modo ampiamente condiviso con i diversi partner del territorio, seguendo i dettami della nuova Politica Agricola Comune per la programmazione 2023-2027.

L’Assemblea dei soci e i partner hanno votato all’unanimità la Strategia di Sviluppo Locale, si avvia così una stagione attiva e partecipativa, che sarà caratterizzata da nuovi interventi e investimenti e coinvolgerà tutto il territorio dei 26 comuni inclusi nel perimetro di intervento del Gruppo di Azione Locale, che ha sede a Ros.

Molti i settori previsti nella redazione del Piano di Azione Locale: le produzioni locali manufatturiere dell’ambito artigianale e agroalimentare, i beni e i servizi, gli spazi collettivi e inclusivi, nonché i sistemi di offerta socioculturali e turistico-ricreativi locali.

Nell’immediato, nei due anni di proroga concessi dalla Regione Calabria e dalla Comunità europea sulla Programmazione uscente, che ha visto il Gal Valle del Crati impegnare con successo il 100% dei fondi a sua disposizione, ci saranno tre bandi di prossima uscita per un nuovo sostegno economico di circa 1.400.000 euro.

L’Assemblea, retta dal nuovo Presidente del Gal Valle del Crati, Rosaria Amalia Capparelli, presente anche nella sua veste di sindaco di San Benedetto Ullano, è stata coordinata dal giornalista Valerio Caparelli, e ha registrato i saluti e la diretta testimonianza dell’Assessore all’Agricoltura del Comune di Rose, Salvatore Liguori, cui ha fatto seguito l’atteso intervento illustrativo del Responsabile del Piano di Azione Locale, Pierfranco Costa.

A concludere i lavori è stato l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, che, in video collegamento, ha esortato la struttura operativa e amministrativa del Gal a proseguire nella sua concreta e propositiva azione di sviluppo del territorio, non prima di elencare alcune iniziative di indirizzo politico e programmatico che distingueranno nettamente l’azione della Regione Calabria, con l’utilizzo dei Fondi del Psp, da quella che attiveranno i Gal calabresi.

Come previsto dalla metodologia Leader, in questi ultimi due mesi di promozione e attività territoriale di divulgazione e sensibilizzazione, si sono individuate e attivate le strategie di un modello innovativo di sviluppo locale, che sarà reso possibile anche grazie alla partecipazione e all’elaborazione di molti attori pubblici e privati delle aree rurali interessate.

«Anche questa volta – ha dichiarato Pierfranco Costa nel corso del suo intervento, l’approccio Leader, che svolge un ruolo strategico per le esigenze di crescita economica e sociale del territorio, avrà come fine principale quello di favorire la vitalità e lo sviluppo delle zone rurali interessate, con l’intento di contrastare con forza il fenomeno dello spopolamento e fermare la crescita del divario esistente, con particolare riguardo ai servizi di base, alla disoccupazione, alla povertà, all’inclusione sociale, alla parità di genere e ai gruppi vulnerabili».

«Il nostro intento è quello di proseguire nel solco e nella direzione della precedente presidenza del Gal, valida quanto di grande spessore manageriale, con l’entusiasmo e la volontà di dare il via ad una fase di grande responsabilità e cambiamento strutturale» – ha esordito la Presidente Capparelli.

«Abbiamo elaborato in stretta collaborazione con gli attori locali del territorio, e con loro continueremo a migliorarle anche nel prossimo futuro, le Strategie di Sviluppo Locale del nostro territorio, individuando insieme i fabbisogni e le possibili azioni e soluzioni che dovranno in qualche modo contrastare i fenomeni tipici delle aree in lento sviluppo».

«Entro fine anno avvieremo altri tre bandi della Programmazione appena conclusa e ci impegneremo a definire tutte le azioni utili a dare un impulso di crescita a quella Rete di Consapevolezza che sarà il pilastro su cui si sosterrà il nostro Piano di Azione Locale».

Articolo PrecedenteTelefona alla madre in Calabria, poi uccide la moglie e si suicida
Prossimo ArticoloPotenziamento rete ferrata che collegherà Catanzaro a Cosenza, si cerca una soluzione per penalizzare Decollatura