Home Politica Contratto “Catanzaro Servizi SpA”, il consigliere Parisi: «Vergogna assoluta»

Contratto “Catanzaro Servizi SpA”, il consigliere Parisi: «Vergogna assoluta»

«Una maggioranza che non potrebbe governare neanche un negozio di caramelle»

69
0

CATANZARO – Il consigliere comunale di minoranza del Comune di Catanzaro, Giovanni Parisi, stigmatizza ferocemente le modalità di gestione della pratica sul Centro fieristico di Catanzaro che dovrà portare alla firma del contratto con la Catanzaro Servizi SpA ad opera dell’amministrazione comunale del sindaco Nicola Fiorita.

Una gestione frettolosa e poco rispettosa dei ruoli del consigliere comunale, secondo la denuncia, per l’assenza di una discussione preliminare e per la fissazione di un importante vertice a ridosso della sottoscrizione del medesimo contratto.

«E’ una vergogna assoluta», denuncia Parisi in una nota.

«Domani mattina alle ore 10 (cioè tra meno di 24 ore) saremo chiamati a discutere del nuovo (?!) contratto della Catanzaro Servizi SpA.

La convocazione è stata fatta in via d’urgenza poiché giorno 30 è il termine ultimo per procedere alla formalizzazione del nuovo (?!) contratto con la Catanzaro Servizi.

Nessuno conosce i termini del nuovo contratto né la logica che lo ispira, né mai il Sindaco (titolare della delega alle Partecipate) si è degnato di offrire spunti di discussione nel merito seppure più e più volte sollecitato, senza esito, a partecipare ai lavori di Commissione.

Ancora stamattina la commissione competente non è stata in grado di discutere la pratica. Alle ore 10,52 di stamattina ero presente in commissione ma la stessa risultava sospesa e poi definitivamente chiusa e, quindi, nessuna discussione si teneva poiché eravamo presenti solo in quattro.

Questo è l’incredibile modo di gestire la cosa pubblica da parte di una maggioranza che non potrebbe governare neanche un negozio di caramelle! Il Consiglio Comunale sarà chiamato, come avvenuto per altre importanti pratiche, ad esprimersi al buio.

L’assoluta mancanza di rispetto verso i rappresentanti del popolo è perpetrata senza soluzione di continuità e diventa ogni giorno più evidente la continua e preoccupante violazione delle minime regole istituzionali.

Una modalità gretta e incurante del ruolo e delle prerogative dei consiglieri comunali ai quali ci rivolgiamo senza distinzione di casacca al fine di pretendere da Presidente del Consiglio, Sindaco e Giunta, maggiore rispetto.

E, dopo oltre 16 mesi ed una proroga di contratto già forzata, i lavoratori della Catanzaro Servizi non riescono a comprendere quale futuro li aspetta!

E cosa ancora più grave, l’Amministrazione Fiorita ha battuto un altro record : riuscire a non far prendere gli stipendi ai lavoratori della Catanzaro Servizi ! In un momento così delicato di crisi e difficoltà economiche, i lavoratori della Catanzaro Servizi restano senza stipendio chissà fino a quando.

E questo grazie alla modalità operativa di questa Amministrazione fatta di approssimazione ed incompetenza. Capace però di cambiare consulenti della Catanzaro Servizi prevedendo per loro compensi di gran lunga superiori rispetto ai precedenti, nel mentre, ad ogni piè spinto ci si lamenta delle “casse vuote”.

E’ bene che lavoratori e cittadini sappiano in che mani è finita la nostra città», conclude il consigliere comunale di Catanzaro.

Articolo PrecedenteIncidente ferroviario Calabria, Occhiuto: «Cordoglio per vittime. Grato ai soccorritori»
Prossimo ArticoloIncidente ferroviario: lutto cittadino a Catanzaro, sindaco incontra figlia della vittima