Home Cronache Feto estratto morto al parto cesareo, Asp condannata a risarcire oltre 141mila...

Feto estratto morto al parto cesareo, Asp condannata a risarcire oltre 141mila euro

La famiglia paolana aveva chiesto 332mila euro di danni per la madre ed euro 144.130,00 per ciascuna delle due figlie della donna. Si va in appello

22
0
Il Tribunale di Paola

PAOLA (Cs) – L’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza è stata condannata a pagare oltre 141mila euro di risarcimento del danno, comprensivi di 9mila euro circa di spese legali per il decesso di un neonato avvenuto a Cetraro il 21 agosto del 2007 all’esito di un parto cesareo (settimo mese di gravidanza) presso l’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia di Cetraro.

La famiglia, originaria di Paola, ha citato per danni l’Asp, chiedendo 332mila euro di danni per la madre ed euro 144.130,00 per ciascuna delle due figlie della donna.

All’esito del giudizio di primo grado l’Asp è stata condannata a pagare 84.125,00 euro alla donna e 12.175,00 euro a ciascuna figlia, nonchè spese legali e di giudizio (circa 9mila euro) per un totale complessivo di euro 141.594,12.

Trattandosi di una sentenza immediatamente esecutiva, l’Asp ha provveduto ad avviare il pagamento e, comunque, la famiglia danneggiata ha già adito il tribunale civile di secondo grado.

Articolo PrecedenteHa vessato per 9 anni un esercente utilizzando il nome della cosca “Greco”, rinviato a giudizio Carmelo Furci
Prossimo ArticoloA Palazzo San Giorgio il sindaco Falcomatà a confronto con gli Amministratori del Comune di Villa San Giovanni