Home Calabria Trent’anni di allegria e voglia di divertirsi con il Carnevale curinghese

Trent’anni di allegria e voglia di divertirsi con il Carnevale curinghese

Sabato 10, domenica 11 e martedì 13 febbraio sfilata dei maestosi carri allegorici in una festa di colori, maschere, musica e coreografie

14
0

CURINGA (Cz) – Allegria e voglia di divertirsi: anche quest’anno non tradisce le attese il Carnevale di Acconia di Curinga.

Un evento storico, da queste parti vissuto da oltre trent’anni come un momento di aggregazione comunitaria, arte e cultura.

La spinta all’evento, giunto alla 34esima edizione, arriva dall’Associazione “Vivi Acconia”.

Il coinvolgimento, però, è generale.

Oltre al sostegno dell’amministrazione comunale di Curinga e della Regione Calabria, c’è anche la vicinanza delle attività commerciali cittadine e della popolazione.

Il risultato sono dieci maestosi e fantasiosi carri allegorici realizzati da sopraffini maestri della cartapesta e maestranze che nel corso degli anni hanno perfezionato tecniche e realizzazioni lasciandole in eredità alle entusiaste nuove generazioni.

Dopo “l’anteprima” di domenica scorsa, sfileranno per le strade di Curinga sabato 10, domenica 11 e martedì 13 febbraio in una festa di colori, maschere, musica e coreografie.

Un corteo dall’allegria contagiosa, una magia colorata che non risparmia grandi e piccini. Visitatori e gente del posto, insieme, per uno spaccato di Calabria diversa e particolare.

Uno solo il leit motiv: divertimento allo stato puro e socialità coinvolgente fino a tarda sera tra balli ritmati e svaghi contagiosi con l’idea di trasferire per le vie cittadine la satira politica mondiale e nostrana, i personaggi intramontabili dei cartoni animati e dei film.

«Vi diamo appuntamento a sabato, domenica e martedì prossimi – dicono gli organizzatori -. Vi travolgeremo con l’allegria contagiosa del nostro carnevale e dei nostri giganti di cartapesta. Siamo sicuri che non vorrete andar via. Sarà una festa che non dimenticherete».

Articolo PrecedenteAll’Istituto Alberghiero Majorana attivato il laboratorio per la preparazione di salsiccia, soppressata, pancetta
Prossimo Articolo“Sovraindebitamento e rischio usura: quali risposte per famiglie ed imprese?”, confronto con Ugl Credito e Utl Cosenza