Home Politica Roberto Patitucci: «Forza Italia primo partito nella Città di San Francesco»

Roberto Patitucci: «Forza Italia primo partito nella Città di San Francesco»

Il giovane politico azzurro: «Siamo ripartiti dal basso, nel momento in cui tutti salivano sul carro vincente quale fratelli d’Italia, noi siamo scesi ripartendo con molta umiltà dal niente scegliendo l’unione»

24
0
Roberto Patitucci

PAOLA (Cs) – «Il risultato delle ultime competizioni elettorali ha registrato Forza Italia primo partito nella Città di San Francesco con il 20,51%, è la conferma quindi dell’ottimo lavoro portato avanti da tempo dal gruppo azzurro nel comune di Paola».

E’ quanto si legge in una analisi politica inviata a Calabria Inchieste da Roberto Patitucci, iscritto di Forza Italia, figlio del più noto Paolino Patitucci, ex amministratore paolano e tirrenico a vari livelli nonché storico dirigente di partito del centrodestra cittadino.

«Non abbiamo mai dimenticato le periferie, da lì siamo ripartiti in silenzio lavorando costantemente per la ricostruzione di un partito che qualcuno dava ormai per spacciato», spiega Roberto Patitucci, tra i punti di forza del gruppo azzurro legato all’onorevole Andrea Gentile e al senatore Antonio Gentile.

«Abbiamo ascoltato le problematiche che purtroppo mettono in ginocchio diverse aree della città – prosegue – ci siamo fatti portavoce risolvendo senza proclami tante lacune, tutto senza sfoggiarlo su uno stupido social network ma mantenendo l’elemento più significativo della comunicazione con la cittadinanza quale il contatto, la presenza fisica.

Siamo ripartiti dal basso, nel momento in cui tutti salivano sul carro vincente quale fratelli d’Italia, noi siamo scesi ripartendo con molta umiltà dal niente scegliendo l’unione, la squadra e non la sola persona al comando».

E, pertanto, ecco i ringraziamenti:

«Per questo non posso far altro che ringraziare il Consigliere Provinciale D’Arienzo, la Consigliera comunale Emira Ciodaro, il consigliere Vilardi e la vicinanza del consigliere Comunale Grupillo, poiché insieme a tanti altri con l’importantissima presenza dell’On. Andrea Gentile e del Sen. Antonio Gentile sempre disponibili verso la nostra comunità, abbiamo voluto tracciare un percorso che sposasse i valori del fondatore Silvio Berlusconi, portando avanti il lascito di idee , libertà e soprattutto coerenza.

Anche se quest’ultimo valore purtroppo oggi poco popolare, siamo felici di far parte di un gruppo che pensa al bene comune e non all’immagine o al consenso digitale tanto sfoggiato sui social network che offrono tanta apparenza ma poca sostanza.

Anteporre davanti a tutto l’unità per far crescere ancora di più il partito è l’obiettivo che ci siamo prefissati per poter gettare le fondamenta anche in virtù dei prossimi appuntamenti elettorali.

Oggi l’organizzazione interna al partito va riformata al più presto individuando un segretario cittadino, ma soprattutto riformare forza Italia giovani con un nuovo coordinatore; è in loro che dobbiamo investire poiché abbiamo la fortuna di avere giovani paolani professionisti, seri, competenti che purtroppo non hanno avuto o non hanno spazio in quella politica che tante volte li lascia inascoltati o magari sottovalutati perché non legati alle giuste amicizie.

Le regole sono utili a raggiungere obiettivi comuni e non personali, non si può a livello locale governare con quella sinistra ammonita dai direttivi nazionali e poi all’ombra della notte chiedere favoritismi nelle sedi di forza Italia, è fuori logica e di questo mi auguro che il Presidente Occhiuto quale vice segretario Nazionale, l’On. Cannizzaro quale Coordinatore Regionale e l’On. Gallo quale coordinatore della Provincia di Cosenza ne prendano atto», spiega ancora il giovane forzista.

E, guardando al futuro del partito, aggiunge: «Siamo aperti a nuovi ingressi, è lecito cambiare idea e opinione o ricredersi su taluni progetti, d’altronde il progresso è impossibile senza cambiamento e chi non può cambiare idea non può cambiare nulla, ma stare con due piedi in 20 scarpe è irrispettoso nei confronti dei tanti militanti azzurri che con sacrificio, passione e determinazione lavorano per il bene del partito.

Oggi siamo disponibili al confronto, all’ascolto, alle proposte, all’unione, a nuovi ingressi, siamo disposti e disponibili a ricompattare quel centrodestra frantumato dalle logiche di potere personale, da parte nostra non ci saranno polemiche, battibecchi inutili ma resteremo vigili e presenti per il bene della città.

Nel frattempo – precisa – indistintamente dal colore politico, auguri di buon lavoro a tutti i nuovi eletti, con l’auspicio che la vostra presenza anche se di sigle di partito differenti, possa solo portare beneficio ad un territorio che grida disperatamente aiuto», conclude Roberto Patitucci, iscritto Forza Italia.

Articolo PrecedenteVa in caserma con il cadavere della moglie uccisa in auto
Prossimo ArticoloEsplosione in un appartamento nel catanzarese, feriti gravi