Massacrato di botte: identificati i balordi del “branco” scaleoto

Ancora più grave è che vi sono stati soggetti intenti a riprendere la scena e non hanno alzato un dito per difendere il malcapitato.

223
0

SCALEA – Sono noti i balordi del “branco” scaleoto immortalati in un video durante un feroce pestaggio a danno di un residente del luogo (https://www.calabriainchieste.it/2023/01/30/aggredito-con-calci-e-pugni-da-un-branco-di-coetanei-video-shock/) persona affetta da disabilità. Si tratta di S.B., F.S., M.G., I.D. e G.S. Rischiano una denuncia a piede libero o, in caso di ipotesi di reato ben più grave, una ordinanza cautelare.

I cinque vigliacchi possiedono anche un profilo facebook, quindi sarebbero pure maggiorenni, nella ipotesi in cui non abbiano fornito dati falsi in fase di registrazione.

Come si vede dal video, il malcapitato è stato preso a calci e pugni e lasciato ferito su un marciapiede. Futili i motivi alla base del grave fatto. Sgomento in paese, dove il video è stato fatto girare da uno smartphone a un altro in breve tempo.

Articolo PrecedentePedofilia, cinque arresti e 26 denunce. Coinvolti catechista e autista di scuolabus
Prossimo ArticoloIl pronto soccorso dell’Annunziata sta scoppiando: l’ospedale produce poco. Arriva il commissario