Home Attualità Sequestrati 2.300 chili di vongole: gettate in mare perché ancora vive

Sequestrati 2.300 chili di vongole: gettate in mare perché ancora vive

Le vongole sono state rinvenute dai militari della sezione operativa Navale della Guardia di Finanza di Chioggia a bordo di un furgone nel territorio del Comune di Cavanella d’Adige

196
0

CHIOGGIA – La Guardia di Finanza ha sequestrato 2.300 di vongole della specie “venus gallina”, prive di attestazione sanitaria necessaria per la prevista tracciabilità del prodotto ittico.

Le vongole sono stati rinvenute dai militari della sezione operativa Navale della Guardia di Finanza di Chioggia a bordo di un furgone nel territorio del Comune di Cavanella d’Adige.

Il citato prodotto ittico, sottoposto dapprima a sequestro, veniva rigettato in mare, poiché risultava ancora vitale.

L’azione ispettiva del dispositivo navale della Guardia di Finanza del Veneto ha consentito di tutelare la salute dei consumatori in relazione ai potenziali rischi derivanti da prodotti ittici sprovvisti della necessaria documentazione atta a garantire la piena osservanza delle prescrizioni sanitarie e di tracciabilità previste dalla normativa di settore.

Articolo PrecedenteDiagnosticavano falsi tumori per rifare il seno gratis alle pazienti: tre medici sotto processo
Prossimo ArticoloInverte la marcia in autostrada, provoca un morto e un ferito