Home Calabria La Regione paga l’aumento delle ore di lavoro a 20 addetti comunali

La Regione paga l’aumento delle ore di lavoro a 20 addetti comunali

Il sindaco Giovanni Politano: "Ringraziamo gli uffici comunali per il lavoro svolto di concerto con la giunta. In bocca al lupo a tutti i lavoratori interessati da questa importante manovra"

128
0
La sede comunale di Paola

PAOLA – Aumentano le ore settimanali di lavoro per oltre venti unità
lavorative del comune di Paola.

In esecuzione del piano del fabbisogno del personale del comune di Paola anni 2022-2024, l’amministrazione ha migliorato ed implementato il quadro orario ed economico di alcune unità del personale senza incidere in ogni caso sul bilancio comunale.
L’aumento delle ore lavorative – che consentirà maggiore risposta da parte dell’ente all’utenza – sarà pagato dalla Regione Calabria.

“Ringraziamo la massima Istituzione calabrese per aver accolto le nostre richieste. Ieri sono stati sottoscritti n°9 contratti full-time a tempo indeterminato con lavoratori ex Lsu/Lpu e n°13 appendici contrattuali per integrazione oraria da 30 a 34 ore settimanali per altrettanti lavoratori ex Lsu-Lpu. Spazio anche ad altre 4 appendici contrattuali per integrazione oraria di 3 dipendenti categoria ‘D’ con passaggio da 18 a 21 ore settimanali. Infine – continua – un ulteriore dipendente categoria ‘D’ passa da 30 a 34 settimanali”.

La forza di Governo guidata dal sindaco Giovanni Politano conclude: “Ringraziamo gli uffici comunali per il lavoro svolto di concerto con la giunta. In bocca al lupo a tutti i lavoratori interessati da questa importante manovra che va ad incidere positivamente sul personale dell’ente senza far lievitare i conti e i costi. Ancora una volta dimostriamo di avere capacità progettuali importanti e di metterle in pratica. Andiamo avanti”.

Articolo Precedente“Gli ospedali di Trebisacce, Cariati e Praia a Mare saranno definitivamente riaperti”
Prossimo ArticoloOperai Enel bloccati dalla neve durante la notte, salvati da squadra Anas