Home Calabria Panchina rossa all’Iiss per non dimenticare la violenza sulle donne

Panchina rossa all’Iiss per non dimenticare la violenza sulle donne

Dopo la panchina rossa collocata nel liceo Metastasio di Scalea, l’associazione antiviolenza “La ginestra” ritorna con una nuova panchina rossa nell'istituto di Diamante

216
0

DIAMANTE – Dopo la panchina rossa collocata nel liceo Metastasio di Scalea, l’associazione antiviolenza “La ginestra” ritorna con una nuova Panchina rossa all’ Iiss di Diamante.

L’iniziativa “Una panchina per non dimenticare”, fa parte di un protocollo d’intesa siglato tra lo sportello antiviolenza “La ginestra” e i dirigenti delle scuole secondarie di secondo grado, del comprensorio fra Praia a Mare e Paola e l’artista Eugenia Loiero finalizzato alla prevenzione e al contrasto della violenza contro le donne.

All’inaugurazione che si terrà il 14 febbraio interverranno due donne coraggiose: Maria Antonietta Rositani sopravvissuta alle fiamme, infierite dall’ex marito sul suo corpo,  e Maria Pia Sollazzo, sorella di Ilaria assassinata a Scalea, che per la prima volta parlerà della sorella e delle sue vicissitudini che l’hanno portata al massacro. Oltre alla violenza sulle donne si parlerà anche del bullismo giovanile partendo dall’ultimo grave atto avvenuto a Scalea quando un gruppo di giovani ha preso a calci per strada un uomo adulto e indifeso. Argomenti scottanti e delicati che non vanno lasciati alla semplice cronaca nera, ma che vanno approfonditi e soprattutto, discussi nelle scuole.

“Abbiamo fatto una pausa a causa  dell’ emergenza Covid, ma adesso ripartiamo più determinate di prima – dichiara la presidente del centro antiviolenza, avvocato Teresa Sposato – Il Covid non ci ha fermate, anzi, questa pausa forzata ci ha motivate a intraprendere nuove  iniziative come quella  che abbiamo  fatto il 25 novembre  presso la casa circondariale “Sergio Cosmai” di Cosenza con un video realizzato assieme ai detenuti.  Strutture, dove bisogna entrare per sensibilizzare le coscienze per   aiutare a intraprendere un percorso di rinascita”.

All’incontro, saranno presenti: il sindaco di Diamante Ernesto Magorno, il dirigente scolastico dell’Iiss di Diamante  Graziano di Pasqua, il questore di Cosenza Michele Maria Spina,  la giudice Teresa Grieco, Rosanna Valente  psicologa- psicoterapeuta  dello sportello antiviolenza “La ginestra”. Saranno presenti anche il colonello dei Carabinieri del comando provinciale di Cosenza, Agatino Saverio Spoto, il capitano dei carabinieri di Scalea, Andrea D’Angelo, Danilo Guidi maresciallo dei Carabinieri di Diamante, le associazioni del territorio e le autorità religiose.

Modera i lavori Francesca Magurno, giornalista RadioDigiesse.

A fine incontro sarà inaugurata,  all’ esterno dell’ Iiss di Diamante,  una panchina rossa accanto ad un murale creato dall’ artista Eugenia Loiero.

fiorellasquillaro@calabriainchieste.it

Articolo PrecedenteArrestato molestatore seriale in tram. L’uomo rintracciato grazie a una chat
Prossimo ArticoloSottufficiale dell’esercito aggredito: è in coma