Home Calabria Abbandoni illeciti di rifiuti sulla strada di accesso al mercato di Mortara...

Abbandoni illeciti di rifiuti sulla strada di accesso al mercato di Mortara di Reggio Calabria, «elevate decine di sanzioni»

Il vicesindaco reggino spiega che è allo studio del Comune una soluzione definitiva: «Già effettuati sopralluoghi, nelle prossime settimane comunicheremo novità»

89
0
Paolo Brunetti

REGGIO CALABRIA – «Stiamo continuando ad attenzionare la situazione della strada di accesso all’area mercatale di Mortara. E’ una condizione inaccettabile, caratterizzata da una situazione igienico sanitaria certamente non tollerabile.

Su quell’area abbiamo disposto delle attività di controllo specifiche che hanno portato ad elevare decine di verbali nei confronti di soggetti che anche più volte durante la settimana, depositano rifiuti di ogni genere, ingombranti, scarti industriali e di piccole ristrutturazioni.

Ma è evidente, alla luce dei fatti, che questi controlli non bastano più. Nelle ultime settimane è allo studio una soluzione definitiva che ci consentirà di eliminare del tutto il problema degli abbandoni illeciti. Non intendiamo piegarci all’agire criminale di chi getta montagne di rifiuti o di chi le incendia, mettendo a rischio la salute di tutti i cittadini».

Il Vicesindaco del Comune di Reggio Calabria Paolo Brunetti, nella sua qualità di assessore all’Ambiente, torna a parlare della vicenda legata alla strada di accesso al mercato agroalimentare di Mortara, frazione della zona sud di Reggio Calabria.

«Sul tema – ha affermato ancora Brunetti – si sono già svolte diverse riunioni in Prefettura. Abbiamo attenzionato le forze dell’ordine, chiedendo anche un supporto per i controlli e per condividere una soluzione strutturale e definitiva. Nelle scorse settimane abbiamo effettuato diversi sopralluoghi, con il supporto di Teknoservice e di Castore.

Nei prossimi giorni avremo novità in tal senso e le comunicheremo tempestivamente. Insieme al sindaco Falcomatà, intendiamo affrontare la situazione in maniera strutturale. E naturalmente sarà una soluzione che rispetterà le prerogative degli operatori commerciali, che utilizzano la strada, ma soprattutto dei cittadini che abitano in quell’area e che non possono in alcun modo accettare che sia messa a rischio la propria salute per i comportamenti folli, ed illeciti, di chi continua ad abbandonare rifiuti e scarti».

Articolo PrecedenteMaltempo, squadra Protezione Civile Calabria arrivata in Toscana per «dare una mano»
Prossimo ArticoloDetenuto con disturbi psichiatrici aggredisce un agente causandogli la frattura di un braccio