Home Calabria Iemma: «L’amministrazione impegnata a tutto campo per migliorare la qualità della vita...

Iemma: «L’amministrazione impegnata a tutto campo per migliorare la qualità della vita dei cittadini»

20
0
La vice sindaca Giusy Iemma
CATANZARO – La vicesindaco di Catanzaro, Giusy Iemma fa il punto della situazione all’indomani del confronto tenuto con il Terzo settore.
«Questo progetto, finanziato con un contributo di circa 7,5 milioni di euro dal Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio, nell’ambito del Programma Nazionale PON Metro Plus, è destinato a diventare un laboratorio sperimentale di innovazione e sostenibilità nelle politiche sociali, in stretta collaborazione con il Terzo Settore».
In un momento storico in cui «le sfide sociali richiedono risposte innovative e concrete, il Comune di Catanzaro si fa promotore di un’iniziativa che mira a rafforzare il tessuto sociale, soprattutto nelle aree periferiche della città, spesso segnate da fenomeni di marginalità e bisognose di nuove opportunità di inclusione e crescita. Il Social Innovation Hub sarà il fulcro di un’ampia gamma di attività, tra cui progetti di inclusione sociale e lavorativa per soggetti fragili, interventi di animazione culturale e creatività artistica, nonché iniziative di rigenerazione urbana e sociale nelle aree più a rischio».
La proposta progettuale, presentata ieri a Palazzo de Nobili alla presenza di oltre trenta realtà non-profit, «riflette l’impegno dell’Amministrazione verso un modello di sviluppo che pone al centro le persone, la solidarietà e l’inclusione sociale. Il progetto rappresenta un esempio concreto dell’impegno di questa Amministrazione nel promuovere politiche innovative che rispondano efficacemente alle esigenze delle nostre comunità, soprattutto quelle più vulnerabili. Il Social Innovation Hub non è solo un simbolo di innovazione, ma un vero e proprio strumento attraverso il quale intendiamo rafforzare il tessuto sociale delle nostre periferie, creando opportunità di inclusione, formazione e sviluppo sostenibile».
L’iniziativa si inserisce «in un quadro più ampio di politiche sociali che vedono il Comune di Catanzaro impegnato a costruire un dialogo continuo e costruttivo con il Terzo Settore, alimentando un processo partecipativo che valorizza le esperienze sul campo e le competenze delle organizzazioni non-profit. E in cui l’ente è attento alle politiche di cura della persona in una società che invecchia, con i suoi bisogni, le sue criticità, la sua non autosufficienza. Tutto secondo una corretta programmazione socio-sanitaria».
Con la realizzazione del Social Innovation Hub, il Comune di Catanzaro «conferma la propria visione strategica, orientata verso un modello di città inclusiva, solidale e innovativa, in grado di rispondere con efficacia alle sfide del presente e del futuro. Così come già anticipato dal preliminare di PSC, approvato dal Consiglio comunale nelle scorse settimane».
stefaniasapienza@calabriainchieste.it
Articolo PrecedentePonte sullo Stretto, Fiorita incontra 4 sindache del Comprensorio
Prossimo ArticoloEstorsione a una ditta attiva nel porto di Catanzaro, la solidarietà di Capellupo