Home Cronache Violenza di genere e in ambito domestico, emessi 27 provvedimenti di ammonimento

Violenza di genere e in ambito domestico, emessi 27 provvedimenti di ammonimento

Diversi i soggetti che si sono resi responsabili di atti persecutori (c.d. stalking) e di atti di violenza in ambito domestico

31
0
La Questura di Cosenza

COSENZA – Diverse sono le misure di prevenzione personali tipiche ed atipiche che il Questore di Cosenza, nella sua qualità di Autorità Provinciale  di Pubblica Sicurezza, ha adottato  dall’inizio dell’anno in corso in modo particolare nei confronti di soggetti che si sono resi responsabili di atti persecutori (c.d. stalking) e di atti di violenza in ambito domestico.

Si tratta di misure special-preventive la cui finalità è quella di evitare la commissione di reati più gravi da parte di soggetti ritenuti socialmente pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

In tale ottica, la Questura di Cosenza, nell’ambito dell’attività di prevenzione e contrasto della violenza di genere ed in ambito domestico, ha emesso dall’inizio del 2024 ben 27 provvedimenti di ammonimento, nei confronti di altrettanti soggetti resisi responsabili di atti persecutori e di violenza domestica, di cui al momento 9 hanno aderito al “protocollo Zeus”, sottoscritto dalla Questura di Cosenza con l’A.I.Me.Pe. – Associazione Italiana Mediatori Penali di Cosenza per la presa in carico dei soggetti maltrattanti.  

L’Ammonimento del Questore è una misura monitoria che si prefigge lo scopo di garantire alla vittima una tutela rapida ed anticipata rispetto alla definizione del procedimento penale.

Si sensibilizzano, pertanto, le persone che si trovano nella condizione di voler denunciare comportamenti violenti a rivolgersi in qualsiasi momento del giorno o della notte agli uffici della Polizia di Stato e delle altre Forze di Polizia presenti sul territorio che, attraverso percorsi prioritari e tempestivi, troveranno aiuto e supporto da parte di personale adeguatamente formato e che ha maturato specifiche competenze professionali nel settore.

Inoltre, gli specialisti della Divisione Anticrimine della Polizia di Stato hanno individuato diversi soggetti nei cui confronti sono state emesse delle misure di prevenzione personali, in quanto per la loro condotta ed il tenore di vita debba ritenersi, sulla base di elementi di fatto, vivano abitualmente, anche in parte, con proventi di attività delittuose e che siano dediti alla commissione di reati che mettono in pericolo la sicurezza e la tranquillità pubblica.

In particolare, il Questore della provincia di Cosenza Giuseppe Cannizzaro, nei primi due mesi del 2024, ha adottato 75 provvedimenti di avviso orale (di cui 28 su proposta dell’Arma dei Carabinieri), 11 fogli di via obbligatori (di cui 10 su proposta dell’Arma dei Carabinieri) e firmato 7 proposte di sorveglianza Speciale di P.S. (di cui 2 su richiesta dell’Arma dei Carabinieri).

Articolo PrecedenteGiallo in Tribunale, trovata una sentenza scritta prima della fine del processo
Prossimo ArticoloCongresso di Forza Italia, «lite al termine del primo giorno»: Bergamini possibile “vicario”