Fusti di olio abbandonati
AMANTEA (Cs) – Nella giornata di ieri qualcuno ha sversato in prossimità dell’isola ecologica oli esausti abbandonando, poi, sul posto anche i fusti dove erano contenuti. Un danno ambientale inqualificabile che ha spinto il primo cittadino ad interessare dell’accaduto la Polizia Municipale affinché avvii le indagini per individuare i responsabili.
Purtroppo non è la prima volta che dei rifiuti – anche speciali – vengono abbandonati all’esterno dell’isola ecologica, tant’è che i politici di opposizione 8e non solo) avevano chiesto all’amministrazione comunale di installare delle telecamere di sorveglianza proprio per congiurare il ripetersi quotidiano di tale prassi.
Il sindaco, Vincenzo Pellegrino, al momento, ha coinvolto i Vigili Urbani per avviare le indagini del caso. 
«Ennesimo atto di cinica inciviltà. In queste ore qualcuno ha ritenuto di sversare, in prossimità dell’isola ecologica, oli esausti e abbandonare nelle stesse cicinanze i fusti in cui erano contenuti», ha scritto il primo cittadino.
Si tratta «dell’ennesimo episodio inqualificabile e violento verso il nostro territorio, verso l’ambiente e a discapito della salute pubblica. Solleciterò la Polizia Locale ad effettuare le necessarie indagini affinché si possa arrivare e perseguire con severità il responsabile del reato in questione, ma intanto non posso fare a meno di sottolineare come di fronte ad odiosi comportamenti di questa fattura qualsiasi impegno, qualsiasi sforzo del sindaco, dell’amministrazione comunale, dei volontari e dei tanti concittadini che hanno a cuore le sorti della città finisca per essere mortificato e vanificato».
Articolo PrecedenteAutonomia differenziata, il Partito democratico chiama a raccolta cittadini, politici, associazioni
Prossimo ArticoloL’arsenale e la droga occultati in nel sottotetto di un’abitazione: arrestato 77enne