Home Calabria Opposizione consiliare risicata: l’egemonia di Riccio. Maggioranza a valanga

Opposizione consiliare risicata: l’egemonia di Riccio. Maggioranza a valanga

"Una piccola minoranza di irriducibili senza costrutto, cui si è accodato anche Marco Polimeni, evidentemente appagato da una opposizione becera e strumentale"

151
0
Marco Polimeni
CATANZARO – In tema di manutenzione delle strade, i consiglieri comunali di maggioranza Gregorio Buccolieri, Danilo Sergi e Raffaele Serò “bastonano” tramite una nota stampa parte della minoranza, ossia ciò che resta dell’opposizione consiliare, trainata e dominata dal consigliere Riccio.
“La nota dei consiglieri Polimeni, Arcuri, Riccio e Lobello, che avrebbe voluto sminuire la giusta attenzione del Sindaco verso un tema serio come gli interventi sul manto stradale cittadino e in particolare quello alla Maddalena – attaccano gli esponenti della maggioranza – assurge verso il record dell’inutilità battendo finanche le altre note che vengono prodotte più o meno in serie. Non meriterebbe commento, visto il livello della polemica. Tuttavia qualche parola va spesa. Non tanto perché è chiaro ormai che gli stessi consiglieri si svegliano ogni mattina col solo scopo di attaccare il sindaco, per cui di autonomia differenziata non si deve parlare perché è politica di livello superiore a quello comunale; di pontili nemmeno perché sono meriti delle passate amministrazioni; di manutenzione strade neanche perché è tema insignificante”.
Poi concludono: “Qualche parola va spesa perché una nota così misera, come quella diffusa da quattro consiglieri, segna lo slittamento di quel poco che resta dell’opposizione verso l’egemonia di Riccio, divenuto ormai il leader indiscusso di una piccola minoranza di irriducibili senza costrutto, cui si è accodato anche Marco Polimeni, evidentemente appagato da una opposizione becera e strumentale che, di questo passo, finirà per contestare anche quali film guarda Fiorita, quali libri legge e persino quanto zucchero è solito mettere nel caffè. Contenti loro…”.
Articolo PrecedenteStrade danneggiate da scavi per la fibra, proposta commissione d’indagine
Prossimo ArticoloLa nuova casa per i defunti scatena una feroce contrapposizione tra i vivi