Home Calabria Comune, vigile nominato responsabile di se stesso

Comune, vigile nominato responsabile di se stesso

Il gruppo consiliare di opposizione "Cambiamenti": "È una vergogna tartassare i cittadini con richieste di tributi al massimo e nessun servizio"

200
0

ACQUAPPESA – E’ responsabile di se stesso, come da nomina sindacale, l’unico vigile urbano presente ad Acquappesa Mario Spadafora.

Con decreto del sindaco numero 3 del 2 febbraio, “riscontrata la necessità di conferire nuova posizione organizzativa al dipendente, sussistendone i requisiti richiesti e in ragione del profilo professionale posseduto” è stato conferito a Mario Spadafora, unico vigile urbano in organico, la titolarità della posizione organizzativa del settore IV Polizia Municipale. Questa nomina, che paradossalmente renderà il dipendente responsabile di se stesso, costerà alle casse comunali “la corresponsione della retribuzione di posizione determinata nella complessiva somma di euro 15mila e la corresponsione della retribuzione di risultato entrambe determinate secondo di criteri previsti dalla normativa vigente”.

“È una vergogna – afferma il gruppo consiliare di opposizione “Cambiamenti” – tartassare  i cittadini con richieste di tributi al massimo e nessun servizio. Inviare il  canone idrico prescritto e illegittimo, senza i dovuti avvisi, come dovrebbe avvenire  per legge – E infine come se nulla fosse – nominare, in pieno dissesto finanziario, responsabile di  di sé stesso con il massimo delle indennità.  Lo stesso dipendente è l’unico operatore presente in quel settore e, nello stesso anno, ha usufruito  di  avanzamento di posizione sia orizzontale che verticale”.

Luana D’Acunto

Articolo PrecedenteMuore ustionato nel tentativo di scaldarsi con il phon
Prossimo ArticoloDanneggiamento scuolabus, opposizioni allarmate: accuse al sindaco